Visita ginecologica: cos’è e a cosa serve

La visita ginecologica è visita specialistica molto importante per la salute riproduttiva e sessuale delle donne.

E’ una procedura medica che consiste in una valutazione interna ed esterna della zona genitale femminile, nonché di eventuali problemi che possono verificarsi nell’apparato riproduttivo. Durante una visita ginecologica, il medico esaminerà il collo dell’utero, la vagina e le ovaie e le tube di falloppio per verificare la presenza di eventuali anomalie, tra cui tumori, infezioni o altre condizioni.

Quando sottoporsi alla visita ginecologica

Non c’è un’età precisa in cui sottoporsi alla prima visita, dipende dallo sviluppo della singola paziente. In genere, si raccomanda alle donne di iniziare a sottoporsi a visite regolari tra i 16 e i 21 anni o quando iniziano ad avere rapporti sessuali.

Riguardo alla periodicità si consiglia di sottoporsi ogni anno ad un controllo generale della salute riproduttiva e sessuale. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui potrebbe essere necessario fare una visita ginecologica prima di questo intervallo di tempo, ad esempio:

  • In caso di sintomi anomali come prurito, bruciore, secrezioni anomale, sanguinamento anomalo, dolori addominali, etc.
  • Se si ha un’attività sessuale attiva e si desidera verificare lo stato di salute e prevenire eventuali infezioni sessualmente trasmissibili o gravidanze attraverso l’uso di metodi anticoncezionali.
  • In caso di anomalie del ciclo mestruale, come perdite eccessive, cicli irregolari, dolori mestruali intensi, etc.
  • Se si è in fase di pianificazione della gravidanza e si vuole verificare che tutto sia a posto dal punto di vista riproduttivo.
  • Se si ha una storia familiare di problemi ginecologici o si è già avuti problemi ginecologici in passato.

In ogni caso, è importante consultare il proprio medico o ginecologo per determinare la frequenza e il momento giusto per sottoporsi ad una visita ginecologica.

Chi esegue la visita ginecologica

La visita ginecologica è generalmente eseguita da un medico specializzato in ginecologia, noto come ginecologo o ginecologo ostetrico. Medici che hanno un addestramento specifico sulla salute riproduttiva delle donne e sui problemi legati alla gravidanza e al parto.

Come si esegue

Prima di una visita ginecologica, è importante parlare con il medico e comprendere cosa aspettarsi durante la procedura. In genere, una visita include una serie di fasi che includono:

  • Anamnesi: il medico raccoglie informazioni sulle condizioni di salute, i sintomi e la storia riproduttiva. Questo è il momento giusto per discutere eventuali preoccupazioni o domande.
  • Esame esterno: il medico esaminerà esternamente la zona genitale femminile per verificare eventuali anomalie o segni di infezione.
  • Esame interno: il medico utilizzerà uno speculum per aprire la vagina e visualizzare il collo dell’utero. Questo processo può causare un po’ di disagio o fastidio, ma in genere non è doloroso. Il medico può anche utilizzare un tampone per raccogliere campioni di fluidi per test di laboratorio.
  • Esame manuale: esaminerà le ovaie e l’utero attraverso l’uso delle mani, per verificare eventuali anomalie o segni di infezione.

La visita ginecologica è dolorosa?

La visita ginecologica  può essere  fastidiosa, ma non dovrebbe essere dolorosa. Il ginecologo cercherà di rendere la visita il più confortevole possibile e cercherà di ridurre al minimo qualsiasi disagio. Se si prova dolore durante la visita ginecologica, è importante informare il medico immediatamente, in modo che possa intervenire di conseguenza.

Aggiungi un commento